22 ott 2018

Articoli B.C. Gators

SERIE D

SAGRANTINO – GF 83-51

Parziali: 17-9, 19-16, 28-8, 19-18

Sagrantino: Dosio 10, Terrana 17, Calzavara 14, De Rossi 2, Spinoso 18, Cavarra 8, Cavagna 9, Barberis 2, Mammola 2, Perotto 1, Pozzi, Menegazzi. All. Zucca

GF: Marengo 7, Caldarone 6, Bottero 4, Cerutti 4, Sabena 6, Pautasso 2, Giacone 11, Lieto 7, Fissore 4. All. Arese

Venerdì 19 la Gf è impegnata in trasferta, a Collegno, contro Sagrantino e sono chiamati al riscatto dopo la 
sconfitta con Reba.
L'infermeria è ancora affollata in casa Gators e coach Arese deve fare a meno di suo figlio Daniele, out dopo il 
colpo subito nel finale della partita con Reba, Nasari, nuovamente dolorante al ginocchio, Botto, che sta 
recuperando dal problema alla schiena. Inoltre, per motivi di lavoro, anche Ambrogio e Missenti non sono 
disponibili.
La Gf parte quindi con un quintetto inedito, con Bottero in cabina di regia, Caldarone e Lieto nel reparto 
guardie e Giacone e Marengo sotto canestro.
Sagrantino parte subito forte, guidato da Calzavara e Terrana, la Gf si affida soprattutto al tiro da fuori, con 
Lieto e Caldarone, ma le conclusioni si infrangono sul ferro e Sagrantino scava il primo break. A Giacone 
vengono fischiati tre falli nel giro di pochi minuti e coach Arese getta nella mischia capitan Sabena che trova 
un buon canestro dalla distanza, ma poco dopo subisce un colpo al volto che lo limiterà per il resto della 
partita. Il primo quarto si chiude con Sagrantino avanti di 8 punti.
Nel secondo quarto i padroni di casa allungano ancora, guidati da Spinoso, abile a farsi trovare libero sugli scarichi e mortifero da tre punti; i Gators concedono troppi rimbalzi offensivi e conseguenti secondi tiri; Bottero e Cerutti provano a coinvolgere Marengo nei giochi offensivi e il lungo biancoverde trova alcuni buoni canestri da sotto, ma il gioco degli alligatori non è fluido e si affida troppo spesso ad iniziative personali più che alle collaborazioni di squadra. Si arriva così al riposo lungo sul punteggio di 36-25.
Al rientro dagli spogliatoi coach Arese predica calma, e invita i suoi a ripartire dalle cose semplici e dalla difesa, ma il canestro sembra stregato, Sagrantino continua a fare canestro da ogni posizione, e gli alligatori alzano troppo presto bandiera bianca. Lieto e Giacone provano a prendere qualche iniziativa in penetrazione, riuscendo a trovare qualche punto, ma non basta per rimettersi in scia, perchè i torinesi continuano ad esprimere un bel gioco, approfittando di ogni errore della Gf.
Nell'ultimo quarto la frustrazione dei Gators si traduce in proteste troppo accese, che portano a diversi falli tecnici e alle espulsioni di coach Arese, di Nasari e di Giacone. I conseguenti tiri liberi chiudono definitivamente la partita, che si chiude sul punteggio di 83-51.
"Partitaccia - commentano in casa Gators - purtroppo non siamo mai stati in partita e abbiamo fatto l'errore di innervorsirci e protestare troppo. Ci manca fluidità in attacco, ma soprattutto dobbiamo ritrovare la nostra difesa e lo spirito combattivo che ci ha sempre contraddistinto. Stasera abbiamo concesso troppi secondi tiri e abbiamo perso troppi palloni. In settimana dobbiamo lavorare duramente, perchè venerdì prossimo con Piossasco ci aspetta un'altra partita durissima."
Prossimo incontro: venerdì 26 ottobre 2018, ore 21,15 Gf - Piossasco (Palazzetto dello sport, via Giolitti, 9, Savigliano (CN))


PROMOZIONE

ZETAEMME CAYMANS - OASI LAURA VICUNA 51-60

Parziali : 11-8, 10-12, 17-20, 13-20.

Caymans: Sarvia 21, Origlia 13, Mellano 12, Bosio 4, Castelli 1, Giambrone 0, Gili 0, Marano 0, Tallone 0, Caula 0, Plaia 0.  All. G.Mondino

I Caymani tornano a giocare tra le mura amiche, affrontando i giovani torinesi dell’Oasi Laura Vicuña di Rivalta. 
Tra le fila biancoverdi c’è l’esordio stagionale di Luca Caula e di Loris Plaia , mentre tra le assenze spicca quella del playmaker Paolo Cerutti.
I ragazzi di Gio Mondino in questa occasione partono forte , grazie all’ottima verve di Andy Sarvia , ben coadiuvato da Albi Mellano e Giorgio Origlia . Nella seconda frazione, nonostante i molti errori, Capitan Giambrone e compagni riescono a mantenere la testa della gara. Dopo l’intervallo lungo , i padroni di casa alternano la difesa a uomo a quella a zona , ma gli ospiti entrano in ritmo e segnano con continuità. Sarvia non ci sta’ e suona la carica per i suoi compagni. Gli ultimi possessi non si traducono in punti, mentre gli avversari chiudono la gara con un paio di contropiedi .
“ Questa sconfitta mi lascia molto amareggiato perché era tranquillamente alla nostra portata. Una difesa imperfetta e la scarsa percentuale ai tiri liberi , ci hanno condannato . Ora avremo qualche allenamento a disposizione per migliorare sotto tutti gli aspetti. I margini di miglioramento sono enormi e resto molto fiducioso “. 
Prossimo incontro, domenica 4 Novembre ore 18,00 @ Acaja Fossano




UNDER 16 GOLD

PALLACANESTRO MONCALIERI S. MAURO - GF GATORS 50-54

PARZIALI: 9-16, 19-13, 15-12, 7-13.

GF GATORS: Lanzone 12, Nicola 10, Robasto 10, Davicco 8, Gullino 3, Arneodo 2, Baretta 2, Catalano 2, Serra 2, Carle, Griffone. All. Botta

PMS: Lamberti 14, Borgiattino 10, Bosco 10, Ragusa 7, Chiocchetti 4, Faccio 4, Giraudo 1, Vasco, Guerrini, Sapia, Trovato, Vignoli. All. Ossoli.

Terza giornata di andata del campionato U16 Gold e terza vittoria per la formazione griffata GF e guidata da coach Enrico Botta, dopo una gara combattuta e giocata alla pari contro una Moncalieri agguerrita e mai doma.
Partenza in equilibrio per le due formazioni, con i padroni di casa che sbloccano con una bomba di Bosco mentre gli Alligatori sbagliano qualche conclusione. Ma ci pensano Davicco e Robasto a ribaltare le cose portando avanti la GF sul 6-3, prontamente ribattuto ancora da un Bosco in striscia positiva al tiro che riacciuffa il pareggio.
Nel frattempo lottano forte in difesa Nicola e Lanzone, mentre Catalano prova a scardinare la difesa con le sue incursioni. Un libero di Nicola e due conclusioni di Gullino e Lanzone scavano un piccolo divario sul 14-9: nel finale di periodo si lotta a tutto campo e su una rimessa dal fondo ben eseguita è Serra a fissare il punteggio del periodo sul 16-9.
Nel secondo quarto l'inizio dei ragazzi di Botta è contratto, scelte sbagliate al tiro e qualche disattenzione difensiva permettono a Moncalieri di recuperare parte del passivo, costringendo i Gators al time out. Al rientro sono Lanzone e Arneodo a sbloccare la GF ma i padroni di casa sono più determinati e difendono molto forte, recuperando palloni e infilando anche due bombe che fanno un po' male perché sempre sullo scadere dei secondi. Da una parte sono Bosco e Lamberti a trovare maggiormente la via del canestro, dall'altra ci pensano Nicola e Davicco a controbattere. In campo si battono tutti i giocatori e anche Baretta, Stima, Carle e Griffone danno il loro contributo, in difesa e in fase di ripartenza. Il periodo svorre sulla via dellequilibrio e si chiude sul 29-28 per la GF.
Al rientro dagli spogliatoi Moncalieri parte più forte e mette subito in difficoltà gli Alligatori riuscendo a mettere la testa avanti e costringendo coach Botta ad un repentino time out, nel quale cerca di motivare i propri giocatori invitandoli a difendere di più e a giocare più tranquilli. Ma i padroni di casa non mollano e rimangono sempre avanti di due-tre punti: da una parte Borgiattino che punisce nel pitturato, piu Lamberti con una bomba e un contropiede, mentre dall'altra sono Davicco, Baretta e Nicola in penetrazione e Stima con una bomba a replicare. In difesa Catalano, Robasto e Gullino si dannano e recuperano tanti palloni: solo poca lucidità nelle ripartenze e percentuali basse al tiro non permettono il recupero e il quarto si chiude con la PMS avanti 43-41.
Ultimo periodo: Moncalieri difende forte e riparte veloce, mentre la GF è ancora imprecisa nelle conclusioni e il divario non diminuisce, anzi aumenta ancora un po' sul 46-43 per i padroni di casa: ma a questo punto qualcosa scatta nella testa degli Alligatori che non mollano un cm in difesa, dove Stima, Baretta e Gullino guidano i compagni. E piano piano recuperano lo svantaggio con i canestri di Catalano e di Lanzone, con quest'ultimo che finalizza bene due contropiedi e lotta a rimbalzo d'attacco.
Il finale è da cardiopalma, i due coach chiamano time out uno dopo l'altro per organizzare gli attacchi e tranquillizzare i rispettivi ragazzi. Ma alla fine a spuntarla sono i Gators che chiudono i conti dalla lunetta con Robasto e Gullino, gestendo bene i secondi finali e portando a casa una meritata ed importante vittoria esterna.
Avanti così, continuando a lavorare duro in allenamento come fatto finora, preparandosi alla prossima sfida
con Asti, dove ci sarà bisogno anche di un grande pubblico a sostegno!!!
 Prossimo impegno, sabato 27 ottobre 2018 ore 17,15 GF GATORS SBA SCUOLA BASKET ASTI, Palazzetto dello Sport di Via Giolitti 9 - Savigliano (CN).



UNDER 16 FIP Femminile

3V GROUP Lady Gators – Pall. Torino Young 42 - 40

Parziali: 8-8, 7-23, 17-5, 10-4.

Lady Gators: Laalami 2, Marchisio Gr., Longobardo, Mellano, Baretta 4, Mondino 5, Bergamasco 4, Marchisio Gi. 9, Calliero, Fanaru 14, Barbato 4, Perlo. All. Nicola – Botta.

Torino Young: De Prosperis, Consoli 2, Cecala 5, Martignon 3, Cicconetti 4, Tea 20, Sabbia, Lano 2, Capitini, Valori Al. 2, Valori An. 2. All. Comba.
 Il 15 ottobre 2018 tornano in campo le Lady, circa 5 mesi dopo l’ultima partita e lo fanno a modo loro, con una partita tutta cuore e grinta fino all’ultimo secondo. Ma andiamo con ordine.
Le novità di quest’anno: campionato U16F FIP, sarà difficilissimo perché non riesce alla federazione la divisione in gironi Gold e Silver; nuova divisa, si abbandona il caro biancorosso per un biancoverde più adatto all’alligatore; nuovo sponsor, 3V GROUP; nuova giocatrice, Betty Longobardo, classe 2002, in uscita da Pancalieri, da poco aggregata al gruppo storico, ma già in sintonia; arbitro presente e designato, novità assoluta per il palazzetto di Villafranca Piemonte!
Si gioca nell’insolito orario di lunedì alle 19.30, per l’importante traguardo della Santa Cresima di un buon numero di Lady nel giorno prima. Le avversarie sono una delle giovanili della squadra di Torino, militante in serie A femminile, ma sulle maglie porta la griffe “PMS”, che evoca ricordi dolci-amari alle nostre.
La partenza è buona (8-2) grazie alla sapiente regia di capitan Mondino e ad un paio di canestri delle torri Baretta-Fanaru, ma gli errori sono tanti e le avversarie recuperano tutto lo svantaggio alla prima sirena. Nel secondo quarto la luce si spegne per le padroni di casa: in attacco si sbagliano le conclusioni più facili; in difesa si concede troppo facilmente la via del canestro e la #25 avversaria, Tea, taglia l’area come il burro. All’intervallo il passivo è pesante (-16), ma cosa scoraggia di più è la luce spenta negli occhi delle Lady.
I coach portano le ragazze in spogliatoio per riordinare le idee: cosa sia successo non si sa, ma al ritorno in campo si assiste ad un’altra partita! In difesa non passa più nessuno (solo più 9 punti subiti nei due quarti), controllo dei rimbalzi compreso; in attacco si concretizza di più: Marchisio Giulia cambia finalmente marcia e con Barbato infila un bel po’ di azioni in contropiede; Bergamasco è coriacea nel difendere palla nelle conclusioni a canestro e con Mellano non si lascia intimidire nei contrasti fisici. Longobardo e Marchisio Grazia giostrano in cabina di regia cercando di lanciare le compagne veloci e di servire in mezzo all’area le più prestanti Perlo e Calliero (brava in particolare nei rimbalzi offensivi). Laalami infine è il solito motorino instancabile: sempre attenta in difesa e capace di recuperare un numero di rimbalzi altissimo per la sua “stazza”.
Si arriva a meno di due minuti dalla fine: il divario è stato recuperato quasi tutto (da -18), ma restano ancora 6 punti di distacco. E qui una straordinaria Fanaru decide che è l’ora di chiudere i conti e completare l’impresa: Denisa realizza 8 punti consecutivi, di cui gli ultimi del sorpasso a soli 15 secondi dalla fine e chiama tutte le compagne in mezzo al campo ad impazzire di gioia e soddisfazione.
Che dire? Il coach: “Meglio non si poteva iniziare: abbiamo capito che questo campionato sarà difficilissimo, ma qualche soddisfazione ce la potremo togliere. Le ragazze ci hanno creduto fino alla fine e sono state premiate. Speriamo col tempo di limitare di più i troppi errori banali commessi, ma stasera non possiamo che applaudirle”.
 Prossima partita: U16F FIP – domenica 21 ottobre, h. 11.30, a Villafranca Piemonte, vs Campus Moncalieri A



UNDER 16 FIP Femminile

3V GROUP Lady Gators – Campus Moncalieri A 19 - 108

Parziali: 8-18, 3-30, 5-25, 3-35

Lady Gators: Laalami 8, Marchisio Gr., Longobardo, Mellano, Baretta 3, Mondino, Bergamasco, Marchisio Gi. 1, Calliero, Fanaru 6, Barbato 1, Perlo. All. Nicola.

Campus A: Bausano 8, Ramasso 16, Glanville 4, Ugge 10, Boscia 10, Carnevale 6, Iscardi 12, Novellino 5, Mattiazzi 11, Calvetto 12, Jakpa 12, Abbate 2. All. Petrachi.

Seconda gara consecutiva in casa per le Lady nel campionato U16F, che ricevono domenica 21 ottobre 2018 le fortissime ragazze del Campus Moncalieri A (c’è anche una squadra B della stessa società). Ci si aspetta una partita completamente diversa da quella che ha condotto le ragazze di coach Nicola alla vittoria 6 giorni prima.
Le moncalieresi sono mediamente un anno più “anziane” delle padrone di casa, quindi anche il livello tecnico pende favorevolmente dalla loro parte. Ci si metta poi uno strapotere fisico senza repliche: ecco spiegate le grandi difficoltà di questa gara.
La partita però inizia con le Lady che, con il giusto mordente, riescono a rispondere quasi colpo su colpo alle iniziative delle blu ospiti: 8-18 al termine del tempo è un risultato che potrebbe dare speranze di una gara tutto sommato giocata a viso aperto.
Dal secondo quarto in poi però la musica cambia decisamente, le ragazze di coach Petrachi premono sull’acceleratore e non si fermano più, sbagliando poco in attacco e difendendo oltremodo bene, punendo ogni piccolo errore di Laalami e compagne.
Poco male e nessun dramma, la sconfitta era preventivata (anche nella misura); si torna in palestra facendo tesoro di quello visto in campo e cercando di lavorare sugli errori commessi, in attesa di avversari più abbordabili.
Prossima partita: U16F FIP – sabato 27 ottobre, h. 17.00, a Torino, vs Lapolismile Rossa.

Nessun commento:

Posta un commento