7 ago 2018

Abet Bra, intervista a coach Lazzari: "Faremo di tutto per riconfermarci tra le prime quattro"

Intervista a cura dell'ufficio stampa della società

La notizia della partenza di Bottero nelle ultime ore, chiude il roster dell'Abet Bra per la stagione 2018/2019 a cui si andrà ad aggiungere qualche giovane più meritevole del proprio vivaio.
Roster completo: è tempo quindi di sentire il capitano della nave: il riconfermatissimo coach Andrea Lazzari.
(Intervista a cura dell'ufficio stampa della società)
Coach le partenze di Tarditi e Piano sono state importanti, soprattutto in due ruoli della pallacanestro fondamentali, l’asse play/centro…
“Sicuramente due partenze molto importanti, ma così vanno le cose e le scelte di Andrea e Lele sono rispettabili oltre che condivisibili.”
I due nuovi arrivi di spessore possono sicuramente compensare le partenze, con un ulteriore incremento in termini di esperienza e leadership; è d’accordo coach?
“Qua si risponde meglio alla domanda di prima: abbiamo sostituito bene l’asse play/pivot. Forse perderemo in verticalità e centimetri ma sono fiducioso di guadagnare qualcosa dal punto di vista tattico e in termini di esperienza. Lollo (Dello Iacovo) e Vetro (Vetrone) ci faranno divertire.
E’ soddisfatto della squadra che è stata assemblata dalla società? (Partenze, rinnovi e acquisti)
“Direi che la società ha operato al meglio delle proprie possibilità. Abbiamo cambiato poco e siamo riusciti a trattenere i giocatori maggiormente richiesti: la continuità fa sempre ben sperare. Credo sia comunque un vanto di poche squadre segnalate in prima fascia quello di poter schierare tra i 12 convocabili, 8 giocatori prodotti dal proprio vivaio. Non male per la quarta serie nazionale in una città di 30000 abitanti.”
Dopo il risultato della scorsa stagione sarà dura riproporsi come finalista?
“Inutile nascondere che tutti vorranno battere la squadra finalista della scorsa stagione e che quindi avremo ancora di più gli occhi addosso. Reputo che come tutti gli anni ci siano almeno un paio di squadre che come budget, numero di allenamenti e ambizione siano davanti a tutti. Noi però siamo lì e abbiamo il dovere di riprovarci: sarà solo molto più difficile, è bene che i ragazzi capiscano da subito che vorranno tutti farci lo scalpo.”
Obiettivo della stagione?
Faremo di tutto in primis per riconfermarci per il terzo anno consecutivo tra le prime quattro al termine della stagione regolare e questo sarebbe oro. Poi per il play off il discorso cambia, e dipenderà molto da se e come ci arriveremo.”

Nessun commento:

Posta un commento