18 ott 2017

Ghemme cade sul proprio campo contro Serravalle

Dal sito: http://www.serravallebasket.com/

Nuova Pallacanestro Ghemme – Basket Club Serravalle 48-54 (8-21, 20-36, 32-41)

Vittoria importante sul difficile campo di Ghemme per i Lupi rossoblù di Serravalle che mettono nel carniere due punti e una dose di fiducia a conforto del lavoro fin qui fatto e di quello che ancora si deve fare.
Il fatto che i biancoverdi di casa siano una neopromossa non deve far pensare che la partita di Ghemme sia tra quelle da considerare “facili”. Per smentire questa idea basta dire che i padroni di casa vengono da una serie di 32 vittorie consecutive, da una vittoria esterna su un campo impegnativo come quello di Saluzzo e che il roster dei novaresi, arricchito dalle stelle Santarossa e Sacco, è stato dagli addetti ai lavori identificato nel pre-season tra quelli che si candidano a lottare fino in fondo per le posizioni che contano.

Quindi la prova per i rossoblù non era facile e la cosa certamente positiva che coach Gatti e i suoi ragazzi portano a casa da Ghemme oltre ai due punti è il modo come questa vittoria è maturata. Partita condotta per 40 minuti filati dai Lupi con i primi due quarti quasi perfetti ed una seconda parte di gara che sembrava la copia in negativo della prima parte ma nella quale i serravallesi hanno saputo gestire momenti i difficoltà in attacco mantenendo una difesa attenta e sempre aggressiva.

Altrettanto vero che i Lupi devono analizzare e lavorare per evitare che nel proseguo della stagione, quanto visto venerdì sera a Ghemme e che era stato elemento distintivo anche della prima partita con Vercelli, cioè la grande differenza tra la prima e la seconda parte di gara con l’attacco che perde man mano di fluidità fino ad incepparsi diventi la normalità.
Venendo alla cronaca della gara da applausi la partenza dei Lupi che lascia impietrito il pubblico locale presente sulle tribune e tutto il quintetto di Ghemme che si vede infilare da fuori ed in penetrazione trovando dall’altra parte del campo un muro che in questa fase di gara si dimostra impenetrabile.

Dopo 3 minuti siamo 0-8 per i rossoblù con la panchina di Ghemme costretta al time-out ma alla ripresa del gioco la musica non cambia e Serravalle scappa. Sacco mette a referto i primi tre punti dei padroni di casa quando siamo già oltre la metà del primo quarto e i padroni di casa provano con la zona ad arginare l’attacco rossoblù che distribuisce le responsabilità ed alterna gioco interno e tiri da oltre l’arco. Alla prima sirena il tabellone segna un eloquente 8 -21 con Serravalle che tira con oltre il 50% dal campo.

Nel secondo quarto i novaresi continuano con la difesa a zona ma Serravalle attacca con criterio mantenendo una buona circolazione di palla anche quando iniziano i giri di cambi dalla panchina. Ghemme si avvicina guidata da Sacco e Santarossa ma nel finale del quarto Serravalle allarga di nuovo il gap con le due formazioni che vanno in spogliatoio per la pausa lunga con gli ospiti avanti 20 a 36.
Alla ripresa del gioco sembra che i giocatori in maglia rossoblù siano le controfigure di quelli visti nella prima parte di gara; l’attacco dei Lupi si accontenta di girare palla in modo scolastico,spingendo ed abusando del tiro da tre e senza attaccare la difesa dei padroni di casa che, da parte loro, dimostrano di aver preso le giuste contromisure per limitare i rossosblù.

Il “glaciale” 1 su 12 dal campo dei Lupi nel terzo periodo, condito da 6 palle perse, è lo specchio di quanto si vede in campo e i rossoblù mettono a segno in 10 minuti la pochezza di 5 punti lasciandone 12 ai padroni di casa grazie ad una difesa che tiene in piedi il fortino.
Il 30 a 41 con cui inizia l’ultimo quarto di gioco mostra che c’è di nuovo partita ed è in questo momento che i Lupi trovano la forza e l’intelligenza di gestire una fase della gara difficile sostenendo con la difesa un attacco che ha perso la verve iniziale senza permettere mai ai padroni di casa di mettere il naso avanti e tenendo in mano l’inerzia della gara.

Ma Ghemme ha ormai ricucito e le due formazioni sono a stretto contatto nel punteggio quando si arriva negli ultimi 100 secondi di gara con Serravalle avanti di due punti 48 a 50 che gioca palla in attacco liberando Bigoni sotto canestro. Il lungo ligure, pressato dalla difesa dei padroni di casa, sbaglia un facile appoggio ed i padroni di casa tornano in attacco con la palla del possibile vantaggio. Magia di Arsenio Lupin D’Arrigo che ruba palla sulla penetrazione di Sacco e sul ribaltamento di fronte la palla arriva in angolo a Poggi che insacca la tripla che sancisce la vittoria esterna di Serravalle anche perché sulla successiva azione D’Arrigo concede il bis recuperando di nuovo palla.

Le ultime schermaglie ed il tecnico per proteste, francamente inutile, fischiato a Sacco, il migliore dei suoi con 16 punti a referto, sono ininfluenti per l’esito finale della gara che vede i Lupi festeggiare a metà campo davanti ad una buona rappresentanza dei propri tifosi.
In questa seconda uscita i rossoblù confermano di avere una buona solidità difensiva e di saper controllare i rimbalzi (38 totali a fine gara) ma devono lavorare per evitare gli alti e bassi in attacco e le palle perse (16) in funzione del prossimo impegno che li vedrà, tra le mura amiche del PalaPatri affrontare Pinerolo, altra formazione con ambizioni importanti

Pallacanestro Ghemme: Sacco 16, Canova, Zanoli 4, Santarossa 11, Airaghi 2, Scaglia, Leone 10, Bainotti, Lai, Facchin 5. All. Milanesi

Wolves Serravalle: D’Arrigo 8, Serafin 5, Poggi 13, Bigoni 17, Mozzi 3, Chiappino, Parodi 3, Poletti 3, Costamagna 2, Collina, Scotto. All. Gatt

Nessun commento:

Posta un commento