Si avvicina la quarta giornata del campionato di Serie B Old Wild West e la Witt-S.Bernardo è pronta per il secondo impegno casalingo di fila. Infatti sabato 21 ottobre alle 20:45 inizia ancora un’avvincente sfida che mette i biancorossi davanti ad un’altra mission impossible sulla carta contro
l’Urania Milano.
Per la prima volta i langaroli affronteranno una compagine lombarda, per altro una delle più attrezzate per tentare il salto di categoria verso l’A2. Per gli addetti ai lavori i milanesi sono insieme ad Omegna, Pavia, Firenze e Varese nel lotto delle super favorite del Girone A.
Proprio una di queste, la Paffoni, ha sbancato il Pala 958 sabato scorso, ma soltanto grazie ad un ultimo quarto che ha chiuso i giochi dopo il 50-49 interno che aveva fatto esplodere il muro rosso sugli spalti.

Milano
Milano tuttavia arriva da un buon momento dopo aver strigliato Moncalieri (+20) e aver fatto altrettanto di Empoli nell’ultima giornata (+20). L’Use Basket aveva dominato in lungo e in largo a Corneliano nel primo match stagionale ed è evidente come sulla carta allora si presenti proibitiva la missione dei ragazzi di Jacomuzzi. I lombardi sono alle prese con i problemi di infortuni di Paleari e Micevic, ma nonostante ciò hanno dimostrato di poter surclassare sia la PMS che l’Use. Vero è che, però, nella prima giornata la Flavor ha ceduto il passo a sorpresa contro la Gessi Valsesia, che a sua volta ha inflitto una pesante lezione ai biancorossi.
Insomma, se di sillogismo di deve parlare gli indizi condannano la Witt-S.Bernardo già in partenza, ma nell’ultimo impegno di qualche giorno fa i langaroli hanno dimostrato che con il carattere e la faccia giusta nessuna impresa è impossibile. Per di più, se il sostegno del pubblico dovesse essere caldo e vibrante come accaduto durante la sfida con Omegna.
Vi aspettiamo allora tutti in maglietta rossa per cercare la prima storica vittoria in Serie B, perché soltanto insieme si può sognare in grande.

Che lo spettacolo della Serie B cominci!

Ufficio Stampa Olimpo Basket Alba
Pietro Battaglia