6 gen 2017

Novipiù: quanto cuore nel derby!

l PalaFerraris i rossoblu di coach Ramondino ottengono la vittoria 75-66 contro Biella, con una bellissima prova corale. 
E’ stata una partita fatta di cuore e grinta e corollata da una bellissima cornice di pubblico quella che si è giocata al PalaFerraris tra Novipiù Casale e Angelico Biella. E’ Casale che parte subito con il giusto piglio, con i biellesi che si mantengono sempre in scia grazie alle giocate di Ferguson e Tessitori. Ma Casale riesce a mantenere la giusta aggressività e la spunta 75-66 contro un Angelico mai doma.
Tessitori apre la partita, seguito da Severini che non sbaglia dalla lunetta: Tomassini e Denegri tirano fuori subito gli artigli e insaccano dall’arco portando Casale sull’8-4 dopo 4’. Le squadre alzano la difesa, ma De Vico è chirurgico dalla lunetta e Biella si mantiene a contatto (8-7). Severini e Tolbert continuano ad infiammare la retina e obbligano coach Carrea al timeout; ci pensa Tessitori a provare a scuotere i lanieri, ma Severini ha le mani infuocate e firma il 17-11 casalese. La Novipiù è aggressiva sia in attacco che in difesa e Biella fa fatica a stare in scia, chiudendo il primo quarto 20-13.
Ferguson inaugura il secondo quarto, ma Blizzard e Valentini non si fanno spaventare e vanno subito a segno: il ritmo è alle stelle con Ferguson che cerca la rimonta realizzando il 25-19. La Novipiù si smarrisce un attimo di troppo e la coppia americana biellese ne approfitta, ma sono ancora una volta Tomassini e Blizzard a salire in cattedra e a mantenere il divario (32-23). Ferguson scalda le mani con due triple siderali, ma Natali dalla lunetta realizza entrambi i liberi e Tomassini tiene Casale sul 38-31. Biella continua a non cedere un centimetro con Venuto, e chiude il quarto 40-39.
La tripla di Blizzard apre il terzo periodo, ma Tessitori e Hall impattano sul 43-43 dopo 3’; Severini non si perde un rimbalzo e Tolbert e Tomassini ne approfittano con una schiacciata e un tiro dai 6.75. Biella prova a spingere in attacco, ma la difesa dei casalesi sembra essere impenetrabile ed è ancora Tomassini a segnare il 51-43 a metà quarto. Tessitori prova a tenere in scia i suoi e al tiro letteralmente sputato fuori dal ferro di Denegri, rimedia prontamente Natali: ancora timeout per coach Carrea, che trova una reazione con Udom e Wheatle. La Novipiù adesso sembra in difficoltà  e Hall realizza entrambi i tiri dalla lunetta: ma Di Bella sulla sirena inchioda sul 55-52.
Severini apre l’ultimo periodo, ma la tripla di Ferguson riporta ancora le squadre in perfetta parità (57-57) dopo 3’ di gioco; Denegri è glaciale dalla lunetta e la Novipiù prova a stringersi sempre di più in difesa. La tripla di Tomassini fa esplodere il PalaFerraris, mentre viene fischiato il quarto fallo a Tolbert: Tessitori non è preciso dalla lunetta ed è ancora il playmaker casalese ad approfittarne portando i padroni di casa sul 65-58. Ferguson realizza entrambi i liberi, ma le bombe di Ruiu e Blizzard fanno vedere l’aggressività dei casalesi che ottiene la vittoria 75-66.
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – ANGELICO BIELLA: 75-66 (20-13; 40-39; 55-52)
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 5, Denegri 7, Tomassini 23, Natali 5, Blizzard 12, Di Bella 2, Severini 14, Ruiu 3, De Ros ne, Valentini 4, Bellan ne, Ielmini ne. All. Ramondino.
ANGELICO BIELLA: Ferguson 19, Hall 8, Massone ne, Venuto 6, Pollone L., De Vico 4, Udom 4, Pollone M. ne, Wheatle 7, Rattalino ne, Tessitori 18. All. Carla

LE DICHIARAZIONI - Coach Marco Ramondino:Voglio fare grandi complimenti a tutti i ragazzi: abbiamo avuto un atteggiamento super con un livello molto alto di aggressività e coesione. Voglio fare i complimeti anche per la prestazione, il risultato e le condizioni in cui la prestazione ha avuto luogo. La posta in palio era davvero altissima per la nostra situazione di classifica e poi perchè il peperoncino del derby è un ulteriore elemento di disturbo per potersi esprimere con naturalezza. Il mantra di questa gara era esprimersi in difesa, fare raddoppi e penetrazioni. Abbiamo avuto un po’ soft nel primo tempo, ma comunque voglio davvero complimentarmi con tutti”.
Coach Michele Carrea: Ci tengo per prima cosa a dire due parole sulla bellissima cornice di pubblico al PalaFerraris, merito di due piazze che fanno pallacanestro e che si rispettano, come testimoniano il video con le mascotte e la doppia intervista ai Presidenti in vista di questa gara. C’è quindi un senso dello sport che dovrebbe essere osservato maggiormente dall’esterno.
In una partita di questa intensità non ci possiamo di avere un nervosismo tecnico non giustificabile essendo noi la prima in classifica. La benzina era l’elemento chiave di questo derby e loro ne hanno messa parecchia. Complimenti quindi a Casale perchè con i giovani e senza un americano ha un desiderio di vittoria più che evidente. Noi ci abbiamo provato, nel modo sbagliato, ma ci abbiamo provato: nei primi due quarti è mancata compattezza, ma devo riconoscere i meriti di una difesa che rompe i giochi come quella di Casale. Potevamo prendere un po’ di energia da un gioco più fluido che non abbiamo avuto la lucidità di crearlo”. 
Giovanni Tomassini:E’ stata una grande vittoria ed un gran derby! C’era tensione perchè eravamo carichi e volevamo riscattare il brutto derby d’andata. Sono soddisfatto di tutti i ragazzi, soprattutto dei giovani che hanno notevolmente contribuito ad ottenere la vittoria. Bravissimi tutti quanti!”.

Nessun commento:

Posta un commento