13 dic 2016

SUPER CALZAVARA (37) fa sorridere il Pala Taroni




Bentornata vittoria, bentornato Saluzzo!
Vittoria importantissima dei gialloblu sul campo di una vecchia conoscenza come la squadra di Collegno. Nonostante la nuova casacca, i ragazzi di coach Carbone, sono gli stessi della temibile Torino Basket, arrivata seconda nello scorso campionato di C Silver. Conoscenze di lunga data, dunque, che hanno obbligato entrambe le squadre ad un duro lavoro sulla tattica.
Saluzzo si presenta con Calzavara, Baruzzo, Francese, Zuccarelli e Paschetta. Risponde Collegno con Bonelli, Corino, Scalzo, Giustetto e Ferraris. Entrambe le formazioni sono orfane di due tasselli importanti: i padroni di casa hanno perso il loro playmaker Miglini per la rottura del legamento crociato, e Saluzzo dovrà fare a meno dei servigi di Mike Mina, fermo ai box per un infortunio alla mano destra rimediato nella partita contro Alba.
Le due squadre partono ai 100 Km/h, senza esclusioni di colpi. Aprono le danze i padroni di casa con buone soluzioni di Ferraris e di Corino, ma Saluzzo oggi sembra avere una carta offensiva in più: Luca Francese segna due canestri da 3 punti in fila che regalano il primo vantaggio. Segue il buon esempio Zuccarelli, anche lui a segno da dietro l’arco, ma Collegno è molto a suo agio sul campo di casa e non dimostra di accusare il colpo. Sul finale di quarto, i gialloblu decidono di complicarsi un po’ la vita e regalano due palle perse evitabili che regalano il 19-18 in favore dei torinesi.

Nel secondo quarto entrambi gli allenatori usano con più costanza le panchine. Coach Perlo trova buone giocate a rimbalzo di Riviezzo (sfortunato però in fase realizzativa) e una buona intensità difensiva in Simone Negri. Per lui una partita non facile, ma sicuramente di spessore. Entra dalla panchina anche Felletti per Collegno; la sua partita si chiuderà a 14 punti e ben 6 falli subiti. Nella seconda frazione Saluzzo continua a lavorare duramente in difesa e evita qualche errore di troppo visto nel primo quarto. Calzavara continua a litigare con il canestro ma lascia spazio a Zuccarelli per trovare le sue conclusioni. Si aggiungono altri 4 punti di Francese in evidente stato di grazia e altrettanti punti di Baruzzo, con il suo famelico arresto e tiro dal mid-range.
Saluzzo riesce a ribaltare il punteggio con un ottimo secondo quarto e chiude sul 32-34.

Il secondo tempo è una partita a parte.
Saluzzo riesce a mettere in grande difficoltà Collegno. Le guardie non riescono più a trovare la via del canestro in modo continuativo, e si aggrappa ai tiri liberi di Felletti, alle invenzioni di Blotto e ai canestri nel pitturato di Giustetto. Anche l’attacco di Saluzzo sembra un po’ a corto di soluzioni, però i marchionali hanno forse una carta che può fare la differenza. Calzavara senza strafare aspetta che la partita arrivi a lui, e a quel punto sfodera una partita offensiva come se ne ricordano poche, al Pala Taroni. 30 punti nella seconda metà di gara, che a fine partita saranno 37. High season per Diego, che chiude con 28 di valutazione, 10 falli subiti e 11/13 dal tiro libero.
I compagni hanno il merito di farsi trovare sempre pronti in attacco, ogni qual volta Collegno tentava un raddoppio, e insuperabili in difesa.
Giustetto e compagni danno comunque fastidio e riescono a chiudere il terzo quarto con un parziale da 18-13, ribaltando ancora una volta il punteggio.
Nell’ultima frazione la morsa saluzzese si chiude, concedendo 15 punti agli avversari ma ripartendo in contropiede e transizione con le idee chiare e con una lucidità fuori dal normale.
Il Pala Taroni sorride ai ragazzi di Perlo, che vedono al termine della partita un incoraggiante “Casa 65 – Ospiti 72”.

“E’ stata la partita che ci si poteva aspettare, dopo l’ottimo derby in casa contro Alba. I ragazzi non hanno mai smesso di darmi sensazioni positive, anche nei periodi meno rosei. Abbiamo tanti difetti che stiamo cercando di limitare, ma abbiamo altrettante doti che vogliamo esaltare il più possibile. La strada è quella giusta e tutti abbiamo una voglia matta di percorrerla”. Queste le parole di Sergio Perlo a fine partita.

Tra 6 giorni un altro derby, ancora fuori casa. E’ la volta della Virtus Fossano, caduta sul campo alessandrino dell’Acca Basket.
E’ terminata la decima giornata e Saluzzo si trova a punteggio pari con Casale, a +2 da Fossano e Alessandria, a -2 da Bra e Savigliano. Nell’undicesima giornata ci saranno molti match interessanti, tra cui Bra che accoglie Casale. Ciò significa che in caso di vittoria di Saluzzo ai danni di Fossano, inevitabilmente aggancerebbe Bra (in caso di sconfitta) o scavalcherebbe Casale (nel caso opposto). Successivamente Saluzzo se la vedrà proprio con Bra e Savgliano (la quale settimana prossima se la vedrà con Collegno, a +2 sulle pantere).

Insomma, è un campionato sicuramente molto interessante e pieno di scenari possibili. Non ci resta che seguirlo appassionatamente!

Parziali: 19-18; 13- 16 (32-34); 18-13 (50-47); 15-25 (65-72)
Pallacanestro Saluzzo: Botta ne, Baruzzo 4, Francese 10, Negri 2, Paschetta 3, Mina ne, El Kihel, Zuccarelli 14, Riviezzo 2, Calzavara 37.
Collegno Basket: Blotto 14, Bonelli 7, Mistrangelo ne, Delle Site 2, Scalzo 1, Giustetto 1o, Portigliotti, Barbieri 3, Felletti 14, Corino 5, Ferraris 9.

aba saluzzo ufficio stampa

Nessun commento:

Posta un commento