4 dic 2016

SERIE C GOLD: CASALE BATTE CROCETTA DI UN PUNTO



 Tecpool CB Team Basket Casale – PGS Don Bosco Crocetta 68-67

(21-20  38-36 52-56)


Casale: Zorgno 7, De Ros 8, Raiteri 9, Ielmini 12, Martinotti 5, Banchero 2, Yabre 16, Ghezzi 4, Todeschino 2, Tulumello 3, Nicora, Buzzi. All. Fabrizi.

Crocetta: Giusto 10. Ceccarelli 10; Francione 25, Bergese 2, Maccagno 16, Martina, Arese 4, Gotti, Carpentieri, Piumatti, Borgarello, Pozzi; all. Cibrario.


Un’affermazione che vale doppio per la Tecpool che batte la vice capolista Crocetta nonostante le assenze dei due “bomber” Denegri e Valentini (43 punti in due la scorsa uscita…) impegnati con la Novipiù.
I giovani casalesi partono bene nel primo parziale con Ielmini assoluto padrone dell’attacco con ben 12 punti consecutivi realizzati: il 16 a 9 del 7’ viene però riassorbito dagli ospiti che con Francione si rifanno sotto.
Con un solo punto di vantaggio in apertura di secondo quarto, i biancoblù lottano punto a punto contro i forti torinesi che arrivano a +4 (32-36) con una tripla di Maccagno ma De Ros e Yabre  prontamente rimettono le cose a posto in chiusura di tempo.
Alla ripresa del gioco il copione del match non cambia con la CB ad inseguire il Crocetta che tenta un allungo (49-55 all’8’) perforando ripetutamente la retina casalese dalla lunghissima distanza. I ragazzi di Fabrizi hanno il merito di non mollare ed un positivo Martinotti imitato da Banchero tengono gli ospiti a due possessi di vantaggio prima dei 10’ decisivi.
Quando l’incontro si decide sale in cattedra Yabre, mvp dei suoi con 16 punti e 11 rimbalzi: il “colored” monferrino appena entrato in campo sigla due importanti canestri che permettono poi a De Ros di operare il controsorpasso ai torinesi (60-59) al 3’. Gli ospiti non demordono ma ogni loro allungo è pareggiato prima dal solito Yabre e poi da Ghezzi. La difesa della Tecpool sale in cattedra permettendo di recuperare un paio di palloni preziosissimi che, nell’ultimo giro di lancetta, permettono allo scatenato Yabre di dare ai suoi in penetrazione il gioco da tre punti (canestro + fallo) decisivo. Purtroppo due “sanguinose” rimesse buttate alle ortiche dai biancoblù consentono al Crocetta di ridurre le distanze ma, sul possesso che poteva dare la vittoria esterna, ancora Yabre recuperava palla e consegnava i due punti meritatissimi alla CB.
Col morale alle stelle e la consapevolezza di aver ritrovato una propria identità di squadra, De Ros e compagni faranno visita il 10/12 all’imbattuta capolista Alba: l’impresa pare proibitiva ma i volitivi monferrini visti nelle ultime due gare sicuramente renderanno la vita difficile ai cuneesi.

  
Roberto Merlo   

Nessun commento:

Posta un commento