18 dic 2016

Cecina si arrende alla Paffoni Fulgor.


Quattro di fila e Omegna si conquista le "final eight" di Coppa Italia. Anche Cecina si arrende ai rossoverdi: finisce 76-58 per la squadra di Ghizzinardi, che si gode il suo magic moment. Cecina si presenta al PalaBattisti con diverse assenze: oltre a Bruni e Salvadori manca anche Mazzantini.
Omegna al completo con Simoncelli, Gasparin, Gurini, Arrigoni e Corral nel quintetto iniziale, mentre per i livornesi ci sono Danna, Spatti, Lasagni, Zaccariello e Spera. Subito 4-0 Omegna, ma poi Cecina, senza timore, prende le redini dell’incontro e scappa sul 15-10 grazie alla tripla del neo entrato Turini. Ghizzinardi opta per Fratto e la risposta dell’ex è perentoria: subito 4 punti, con Corral dominante e 12-0 di parziale immediato per il 22-15 del 10’. Villa in contropiede firma il piu’ 10 sul 27-17, ma Spatti, con tre canestri consecutivi di splendida fattura riporta Cecina a meno 5. Dagnello ed il solito Corral, insieme a Gurini e Villa firmano il 35-25. All’intervallo è 37-27 Omegna. Nel terzo quarto la Paffoni prova a scappare con Dagnello dalla lunga per il 46-31, ma i toscani, con l’aiuto anche di qualche fischio non proprio casalingo, provano a rimanere agganciati grazie al duo Spera-Spatti. Corral e Gasparin però chiudono il quarto con un 4-0 che porta Omegna sul 56-43 al 30’. Ultimo quarto che si apre con la tripla di Gasparin, la Paffoni se ne va, controlla e si impone 76-58, staccando il biglietto per la final eight di Coppa Italia.

le statistiche

Nessun commento:

Posta un commento