29 dic 2016

Basket Savigliano-Alba



Savigliano si aggiudica lo scontro al vertice del girone B del campionato Open provinciale CSI di pallacanestro, ai danni della PGS Victoria Alba. I bianconeri, così, restano in vetta ed imbattuti, mentre i biancorossi falliscono l’aggancio pagando le pessime percentuali al tiro.

Sul parquet del palasport di via Giolitti, l’avvio è avvincente ed equilibrato. Poi, a poco a poco Alba prende un vantaggio che lievita leggermente fino al 6-10, dopo 5 minuti di gioco. Tuttavia, l’attacco della PGS Victoria va in panne e Savigliano ricuce e sorpassa: il primo periodo si chiude sull’11-10.
I padroni di casa, nella seconda frazione, mantengono l’inerzia conquistata. La vera arma in più dei bianconeri è la difesa a zona, che manda in crisi l’attacco avversario. Alba, comunque, si “mangia” dei canestri tutt’altro che impossibili e non segna davvero mai. Savigliano ne approfitta e all’intervallo è già scappata, pur senza strafare: 21-11. 
Ad aprire il terzo quarto son altri due punti degli ospitanti (23-11), ma ecco che la PGS Victoria si scuote e grazie a Briata e Soragna riapre i giochi: 23-19. Savigliano, però, riprende la sua marcia e Alba si incarta ancora (complici anche numerosi tiri liberi tutti sprecati): +7 per i bianconeri al 30°.
Nell’ultimo periodo i padroni di casa scappano fino al +12 (38-26), ma Bianco, Agnese e Manzalini danno una decisa sferzata al match e riportano in carreggiata la PGS Victoria: 38-33 a 5 minuti dalla fine! Tuttavia, Savigliano non si scompone e dalla linea della carità torna a mettere fieno in cascina tanto da chiudere la partita a due minuti dalla sirena sul 45-33. A nulla serve l’assalto finale dei biancorossi, che limano lo score con De Filippi dall’arco dei 6,75 m: finisce 47-39.
Savigliano, così, si difende dal possibile aggancio in vetta e si trova ora a +2 successi in più sulla seconda in classifica. Alba, invece, deve mangiarsi le mani per le troppe occasioni sprecate, soprattutto con tiri da vicino al ferro e dalla linea dei 5,20 m.
PGS Victoria Alba PRESS


Nessun commento:

Posta un commento